Quantcast

Mese: Marzo 2022

 

Pista Gran Risa, quali sono le caratteristiche

Siete alla ricerca di piste famose? Ebbene una di quelle più particolari e complesse è la pista Gran Risa in Alta Badia. Parliamo di una pista che sorge in località La Villa, ovvero in Alto Adige. Si tratta di una tranquilla località sciistica altoatesina in Alta Badia, circondata da piste di fama internazionale, nonché di boschi e da tantissimi altri servizi adatti per chi vuole trascorrere una piacevole vacanza sulla neve. In questa, zona è possibile utilizzare diversi tipi di piste adatte sia per gli sciatori professionisti, che per coloro che invece, non sono dei grandi esperti. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche della località sciistica di La Villa, nonché nello specifico nella località Alta Badia. Poi, andiamo a esaminare nel dettaglio quali sono invece, le caratteristiche della famosa pista Gran Risa.

La località sciistica Alta Badia

La pista Gran Risa si trova nella località sciistica Alta Badia. Parliamo di uno dei più grandi comprensori sciistici italiani. Qui vi sono davvero tantissimi piste che vale assolutamente la pena provare. In questa zona ci sono numerosi comprensori sciistici come La Villa, Colfosco, Pedraces, Corvara e San Cassiano.

In particolare, la pista Gran Risa si trova in località La Villa. Questa località, è circondata da bellissimi boschi. Da Piz la Ila è possibile poi dirigersi verso il circuito della Sellaronda, sempre sci ai piedi. Questa località poi offre la chance di sciare in direzione opposta, scendendo da Val Badia fino a Pedraces. Quindi sono circa 53 impianti di risalita con un’altitudine che parte da 2778 metri sul livello del mare fino ad arrivare a 1324 metri. Vi sono 52 km di piste da discesa, 70 km di piste blu e 8 km invece di piste difficili. Tra queste, sicuramente una delle più famose è la Gran Risa.

Pista Gran Risa, le caratteristiche

Tra le caratteristiche della pista Gran Risa vi sono la sua pendenza e la velocità che comunque permette di fare una discesa davvero particolare. Questa pista parte da una quota di partenza di 2077 metri fino a una quota di arrivo di 1400 metri sul livello del mare. Ha un dislivello di 677 metri ed è abbastanza complessa. In questa pista si sono tenute diverse gare di Coppa del Mondo.

Come raggiungere la pista Gran Risa

Per raggiungerla bisogna prendere la telecabina a 8 posti Piz la Ila proprio da La Villa. Si arriva in pochi minuti in quota e si è pronti per questa pista. Girando a sinistra si comincia a scendere. Questa pista è ideale per sciatori esperti e infatti, ha ospitato le gare di Coppa del Mondo maschile di Slalom gigante. Subito inizia con un tratto di media difficoltà. Poco sotto c’è un bivio a destra e si può optare per la variante facile, mentre invece girando a sinistra, che è quella più famosa, nonché più difficile. La pista è la numero 17 nera delle gare di Coppa del Mondo. È completamente immerso in un bosco di conifere e ha neve di altissima qualità. Andando anche un po’ verso sinistra, quindi si fanno diverse curve fino ad arrivare all’ultimo tratto che è davvero particolare. Qui si continua a scendere tra i terreni scoscesi, fino a quando poi, non si arriva al traguardo. Insomma, è davvero una pista molto particolare e ideale per chi è alla ricerca di una grande emozione sulla neve ed è esperto di sci. Infatti, questa pista è adatta soprattutto, a coloro che sanno cosa fanno quando sono con gli sci ai piedi. Non è certamente ideale per coloro che invece, sono alle prime anni.

 

 

Webcam Gaver: un punto di vista sull’area sciistica bresciana

Avete mai sentito parlare della località sciistica di Gaver? Il Regione Lombardia vi è questa bellissima realtà che si trova nell’area sciistica Bresciana in Val Sabbia nel Parco Naturale dell’Adamello. Guardando la webcam Gaver ci si potrà affacciare in un panorama davvero senza tempo. Questa località sciistica si trova a 13 km da Bagolino sulla strada per il Passo Crocedomini. In questa zona si trova un anello per lo sci di fondo che è lungo 5 km ed è difficoltà media. Poi, vi è un anello da 3 km, ideale invece per i principianti. Inoltre, in questa zona vi sono tantissime attività perfette per coloro che vogliono sciare senza troppe complicazioni e senza correre troppi rischi. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di questa area sciistica ed inoltre, perché vale la pena andare in questa zona per una vacanza a tutta neve.

Area sciistica Gaver

L’area sciistica Gaver, in termini di impianti veri e propri, è chiusa da qualche tempo. Questa zona, però è ancora adatta per coloro che vogliono trascorrere una vacanza all’insegna degli sport invernali. In questa zona, infatti si può praticare lo sci d’alpinismo, pattinaggio in Val Dorizzo e anche le arrampicate sul ghiaccio. In passato invece, vi è un comprensorio sciistico che si sviluppa a partire da 1500 metri sul livello del mare. Questa zona, particolarmente ricca da un punto di vista naturalistico e sciistico, purtroppo è stata abbandonata nel corso degli anni. Però ancora oggi è possibile fare sci di fondo e comunque, divertirsi seguendo quelle che sono le attività di questa zona. Infatti, vi è anche la webcam Gaver che permette di avere uno sguardo sulla situazione neve e meteo sulle piste da sci naturali. A oggi, visto che gli impianti non sono stati aperti nel corso dell’ultima stagione invernale, la telecamera non risulta attiva ma, sarà attivata sono appena la località partirà con la sua attività a tutta neve.

Le attività nell’area sciistica Gaver

Nell’area sciistica Gaver vi erano 7 impianti di risalita, di cui una seggiovia e 6 skilift. Ha un’altitudine di 2100 metri fino a 1500 metri sul livello del mare, era possibile divertirsi su quattro piste di media discesa, una pista facile di discesa di 4 km e due piste nere per un totale di 5 km. Come già accennato però, questo parco sciistico è chiuso da qualche tempo e non è stato riaperto nel corso dell’ultima stagione invernale. Ciò che è certo però è che vi è una bella realtà nel territorio comunale di Breno, nella piana del Gaver, nel Parco dell’Adamello, che è il centro Fondo del Gaver. Qui restano le piste per lo sci da fondo e inoltre, vi è anche la possibilità di praticare varie attività invernali.

La bellezza del territorio in località Gaver

La località sciistica di Gaver presenta sicuramente una delle più belle di tutta la Regione Lombardia. È chiaro che coloro che hanno bisogno di servizi più specifici oppure sono dei veri e propri esperti, potrebbero optare per dei comprensori più equipaggiati. Però, in alternativa, chi invece vuole trascorrere anche semplicemente del tempo a tutta neve all’aria aperta per praticare vari tipi di sport oppure semplicemente per divertirsi giocando sulla neve, avrà in questo posto la meta ideale. Del resto, nelle piste di fondo che vi sono nella piana del Gaver, permettono di dare uno sguardo particolare sulla natura incontaminata che si trova ai piedi del Monte Blumone. La località sciistica Bresciana sicuramente a breve tornerà, in tutto il suo splendore approfittando anche della vicinanza di alcune città. Basti pensare, che si trova solo a 13 km da Bagolino sulla strada per il Passo Crocedomini. Di certo, sia in estate che in inverno però, si può godere della bellezza del Parco Naturale dell’Adamello.

 

Sciare a Monte Livata

Webcam Sellata Arioso, un punto di vista sulla località sciistica

Se volete sbirciare le alcune delle più belle piste della Basilicata, potete controllare la webcam Sellata Arioso. Parliamo di una webcam che permette di dare un’occhiata nei boschi del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano dove vi è la località sciistica Sellata Monte Pierfaone a pochi passi dalla vicina Arioso Fossa Cupa. Infatti, questa zona è ricca di un verde rigoglioso che in inverno si ricopre di neve ed è assolutamente da non perdere. Vi sono tantissime attività per coloro che amano gli sport invernali. In particolare, questa stazione sciistica è collegata con Arioso Fossa Cupa e in più, ha il collegamento con le vicine vette che si può fare anche con lo sci ai piedi. Parliamo d’impianti davvero particolari per chi decide di sciare nel Sud Italia, che non faranno rimpiangere neanche le stazioni più rinomate del Nord.

Sellata Arioso, il comprensorio sciistico

Il comprensorio sciistico di Sellata Arioso a Monte Pierfaone è collegato con la vicina Arioso Fossa Cupa. Come già accennato, è possibile fare un collegamento sia a piedi direttamente sul Monte Arioso, che nel suo versante sciistico. Infatti, vi è una sciovia di collegamento che si chiama Fosso Neviera. Gli impianti quindi, in totale sono sette. Parliamo di 7 km di piste che si possono percorrere con un unico skipass. Vi è una seggiovia, uno skilift e un tapis roulant. Un’altra cosa importante, è questa zona che sorge a un’altitudine di 1740 metri sul livello del mare fino a 1240 metri di discesa. In più, qui si troveranno delle soluzioni di piste adatte a ogni tipo di sciatore per le esigenze degli esperti e dei meno esperti.

Da qualche anno, è possibile controllare l’intera zona con l’aiuto della webcam Sellata Arioso, che dà uno sguardo su tutto il comprensorio, in modo tale da farvi verificare il livello di neve e anche eventuali, altre attività che ci sono in quella zona.

Le mappe di sci a Sellata Monte Pierfaone

Dalla webcam Sellata Arioso potete vedere le mappe di sci che nelle piste da sci che ci sono nella zona di arioso fossa cupa e di serata Monte Pierfaone. In particolare, vi è una pista nera corta di 450 metri e 3 piste rosse che sono lunghe complessivamente 1330 metri. Poi vi è una pista blu di quasi 1 km, per un totale di circa 3 km di piste. Invece, chi vuole optare per dei pendii più piccoli e facili, può prendere un tapis roulant, in modo tale da divertirsi senza correre troppi rischi. In questa zona, vi è anche un contesto particolarmente panoramico. Infatti, l’intero comprensorio sciistico è circondato dai Monti Viggiano e Volturino. Il cosiddetto Sellata Arioso è considerato un comprensorio sciistico dove ci sono due località, ovvero, Sasso di Castalda che si trova nel cuore della Basilicata e Abriola. Entrambi sono a pochi chilometri dal capoluogo Potenza e quindi sono molto facili da raggiungere. Se volete dare un’occhiata prima di decidere se recarvi nella località sciistica della provincia di Potenza, allora potreste spiare la zona dalla webcam Sellata Arioso.

L’offerta ricettiva nella località sciistica Sellata Arioso

In tutta l’area adatta agli sport invernali tra Sellata Monte Pierfaone e Sellata Arioso vi sono tantissime strutture ricettive che vi garantiranno un soggiorno molto comodo. Come già accennato, è possibile divertirsi con vari tipi di sport. Inoltre, vi sono anche delle piste da sci facili per i più piccoli, oltre a un campo da sci, nonché degli spazi dove giocare con la neve in piena tranquillità. Insomma, chi vuole divertirsi anche nel Sud Italia a tutta neve, troverà sicuramente in questa realtà tutti i servizi di cui può avere bisogno per fare una bellissima vacanza invernale.

 

Sciare a Monte Livata

Cabinovia Folgarida: tutto quello che c’è da sapere

La cabinovia Folgarida è una struttura che serve la località sciistica del Trentino Alto Adige. Questa cabinovia parte da una stazione che si trova a 1302 metri sul livello del mare e permette di raggiungere la località Malghet Aut a 1856 metri di altitudine. Copre un dislivello totale di 550 metri e occupa un tempo di percorrenza di circa 10 minuti. Questo impianto è uno dei più noti del territorio, in quanto conduce su delle piste davvero particolari e molto conosciute in tutta Italia. Del resto, la località Folgarida è ideale per chi ama sciare in Trentino Alto Adige si trova a ridosso delle Dolomiti di Brenta sulla strada che porta a Passo Campo Carlo Magno. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di queste località, della cabinovia Folgarida e i servizi offerti in questa area sciistica.

Cabinovia Folgarida, le caratteristiche

Come già accennato la cabinovia Folgarida una struttura storica che serve a risalire fino alla località Malghet Aut che si trova a 1856 metri sul livello del mare. Questa cabinovia è molto comoda ed è aperta tutti i giorni della settimana nei periodi della stagione sciistica. In genere, l’ultima corsa è quella delle ore 17. Questo impianto, lì vicino ha dei parcheggi riservati alle persone con disabilità. Inoltre, ha una cassa automatica e un ingresso anche comodo da raggiungere. In questa zona, proprio a ridosso dell’area d’imbarco vi sono degli ascensori, la gestione è molto semplice e comoda. In più, è dotata di aree di servizio e di servizi igienici adatti anche per disabili. Una volta raggiunta la stazione a monte, ovvero Malghet Aut, si trova un’uscita molto comoda con dei punti ristoro e a pochi passi da tutte le attività che si possono desiderare.

Il comprensorio Folgarida Marilleva

La cabinovia Folgarida si trova nel comprensorio Folgarida Marilleva che ha 32 piste da sci per 62 km complessivi. Alcune piste sono anche illuminate, in modo tale da permettere di fare lo sci notturno. Inoltre, parliamo di piste con una neve di ottima qualità, in quanto è anche garantita d’innevamento artificiale che copre almeno il 95%. Poi vi è la zona a Monte che si raggiunge con la cabinovia che è a Malghet Aut. Qui vi sono due snowparks e diverse piste. In particolare, vi è la pista nera che scende dal Monte Spolverino fino a Folgarida, che è ideale per i più esperti. Infatti, ha un dislivello di 554 metri. Questa pista è larga 35 metri e si trova praticamente incastonata nel bosco. Sempre a Malghet Aut vi la pista Provetti, adatta per chi non ha molta esperienza oppure, poco sopra la seggiovia Bamby è possibile anche raggiungere lo snowpark Malga Panciana. In pratica, si trova vicino alla fermata della telecabina Copai Panciana.

Altre attività in località Folgarida

Una volta raggiunti gli impianti sciistici più belli al Folgarida, grazie anche alla cabinovia, si possono intrattenere vari tipi di attività. In questa zona, oltre a scoprire le note piste per un totale di circa 80 km si può anche fare scialpinismo. Vi sono anelli per circa 55 km che sono ideali per gli amanti del fondo. Anche coloro che vogliono effettuare delle passeggiate con le ciaspole sulla neve possono seguire almeno 35 sentieri e itinerari ben tracciati. Vi è solo l’imbarazzo della scelta: dalle attività di pattinaggio sul ghiaccio fino alle gite con le slitte trainate da cavalli oppure al nuoto, nonché il centro termale di Pejo. Chi va in vacanza a Folgarida di certo non si annoierà e troverà tutti i servizi che di cui si può avere bisogno per una vacanza perfetta.

 

 

Webcam Villagrande: l’occhio sulla località della Regione Marche

Volete sbirciare i più bei comprensori sciistici della Regione Marche? Grazie alla webcam Villagrande, è possibile! Infatti, la località sciistica Villagrande Montecopiolo è una delle più particolari del Parco Regionale Sasso Simone Simoncello. Insieme alla pista sciistica Eremo Monte Carpegna, questa zona è sicuramente da non perdere. Questa località ospita un comprensorio molto vasto, ideale per vari tipi di sciatori, in quanto ha un’offerta davvero molto vasta. Per scoprire insieme quali sono le bellezze di questo territorio, quali sono i tipi di piste con cui potersi divertire è bene, capire tutte le caratteristiche e i servizi a disposizione degli utenti. Vi sarà davvero l’imbarazzo della scelta. Vediamo insieme dunque, tutto quello che c’è da sapere sul comprensorio sciistico Villagrande che sorge nella Regione Marche.

Villagrande, il comprensorio sciistico

Villagrande è una località sciistica che appartiene al comprensorio del Parco Regionale Sasso Simone Simoncello. Sorge nel Comune di Montecopiolo dove si trova la stazione sciistica di Eremo Monte Carpegna. L’area sciistica di Villagrande si estende proprio a pochi passi dalla cittadina, ha uno skilift e un tapis roulant che partono da 850 metri sul livello del mare fino ad arrivare a un’altitudine di 1100 metri. Queste piste che si trovano in cima, infatti sono ideali per coloro che amano lo sci alpino. Parliamo di una qualità della neve ottima, grazie a degli impianti di buona fattura e a un’altitudine comunque abbastanza notevole. Queste piste sono ideali soprattutto per i bambini e per chi ama delle attività non troppo complesse da fare con gli sci. Inoltre, a Villagrande è anche possibile contare sullo sci notturno. Qui si può sfruttare il tappeto mobile che si trova in questa zona che ha l’illuminazione notturna ed è adatto sia per lettini, che snowboard e bob. Sempre in questa zona sorge anche un importante campo scuola per sciatori alle prime armi. Rappresenta la soluzione ideale per coloro che vanno in vacanza sulla neve con i bambini e di conseguenza, vogliono fargli prendere confidenza con questo sport invernale.

Se volete verificare le condizioni delle piste nella webcam Villagrande, si ha un bellissimo punto di vista su tutto il comprensorio. Dalla webcam Villagrande Montecopiolo vi è un punto di vista particolare per sbirciare un po’ queste piste così suggestive.

Le piste di Villagrande Montecopiolo

Dalla webcam Villagrande Montecopiolo potete vedere tutte le piste di questa zona. Parliamo di una pista media da discesa della chiesa, di circa 400 metri, una pista facile di discesa di un chilometro e una pista difficile da discesa da 100 metri. Poi, in questa zona si può anche praticare gratuitamente lo sci di fondo. Vi è infatti la presenza di un battipista dotato di apposito tracciato. Del resto, per coloro che vogliono fare delle attività all’aria aperta sulla neve si può anche decidere di fare delle escursioni o delle ciaspolate organizzate grazie a un gruppo di esperti. Una cosa particolare di questa zona è il fatto che ha un panorama mozzafiato. La località sciistica di Villagrande, infatti è contornata da vette stupende. Ha un’altezza di 1415 metri del Monte Carpegna e poi vi sono i Monti Boaggine e Palazzolo che si adagiano alle pendici del Monte Copiolo. Poi vi è il Monte San Marco, il Monte Montone che raggiunge la vetta di 1104 metri sul livello del mare. Infine, vi è anche il Monte Venuzza. Un’altra particolarità sta nel fatto che Villagrande Montecopiolo è a due passi dal mare, dalle località di San Leo, Urbino e San Marino. Dalle vette citate è possibile avere anche un punto di vista privilegiato su queste zone bellissime.

 

 

Mappa piste di Monte Livata: tutto quello che c’è da sapere

Divertirvi una vacanza invernale nel Lazio è possibile grazie a tantissime strutture sciistiche che comunque si trovano sulle montagne del territorio laziale. Una delle località più particolari è quella di Monte Livata che è l’unica stazione sciistica che sorge in provincia di Roma. Volete sapere qual è la mappa piste di Monte Livata? Ebbene, questa zona ha circa 8 km di piste in complessivo. È davvero da non perdere per le sue caratteristiche e i servizi che mette a disposizione degli utenti. Scopriamo insieme perché vale la pena fare una vacanza invernale a Monte Livata e quali sono le caratteristiche di questo comprensorio.

Monte Livata, la località

Oltre alla più che soddisfacente mappa di piste di Monte Livata, anche la località è piacevole. Parliamo di una stazione sciistica che è distante da Roma 78 km e si trova nella provincia della Capitale. Inoltre, dista da Subiaco 15 km. Dopo essere stata chiusa per diversi anni, è stata nuovamente aperta a partire dal 2013, anche la seggiovia quadriposto Monna dell’Orso che permette di sciare sulle piste di sci alpino che si trovano in questo comprensorio. Parliamo di un totale di 6 piste. Sono delle piste adatte a ogni livello di sciatore e inoltre, c’è anche un’ampia area snowpark ideale per i freerider e per coloro che vogliono divertirsi in altre attività connesse agli sport invernali.

La mappa delle piste di Monte Livata: le opzioni da non perdere

Se volete sapere nel dettaglio la mappa delle piste di Monte Livata è bene precisare che vi sono in totale tre piste medie da discesa, due facili da discesa e una pista difficile che rientra nella categoria delle piste nere. Inoltre, vi sono 6 piste adatte per lo sci alpino. A campo dell’osso – Fossa dell’Acero vi sono poi 3 tapis roulant che servono un’area riservata da snowboard a discese. Infatti, qui molto spesso vanno coloro che non sono alle prime armi e quindi, cercano delle discese facili con lo sci. Un’altra cosa importante è che sempre in questa zona vi sono anche dei campi scuola e spazi sia per lo slittino, che per lo snow tubing. In zona vi sono invece, degli ampi spazi liberi per slittini e di aree per i più piccoli. Del resto, a Campo dell’osso c’è anche il “Family Park” dove di fronte sorge una pista da fondo aperta nel week end e particolare proprio per la sua struttura e conformazione. Chi ama invece lo sci di fondo può pensare a quattro piste, nonché i tre anelli omologati dalla federazione ciclistica. Qui si svolgono anche alcuni campionati nazionali. Inoltre, sempre per lo sci di fondo vi è una pista che parte da Campo dell’osso e arriva a Monna dell’Orso. Poi vi sono tra boschi e faggete, 13 km di piste che vanno da Campo dell’osso a Campaegli. Sempre in questa zona vi è la pista tricolore che di solito viene fatta perché è una discesa libera molto interessante. Su questa pista ogni anno si svolge “La sgambata”, ovvero una gara di fondo e marcia sulla neve in più distanze.

Le escursioni a Monte Livata

Una volta esplorata la mappa delle piste di Monte Livata si può anche pensare di fare delle escursioni in questo territorio. Qua infatti, si organizzano ciaspolate sotto le stelle oppure delle attività con le racchette. Vi sono anche delle escursioni con il cosiddetto “sci escursionismo” e in più si può fruire di racchette da neve disponibili in tutta l’area dei Monti Simbruini a cui Monte Livata appartiene. Insomma, è una zona tutta da scoprire.

SCIARE A ROCCA DI CAMBIO

 

 

Hotel Narciso blu a Rocca di cambio e la vasta offerta ricettiva

Ben connessa con l’autostrada Roma L’Aquila, vi è la località sciistica di Campo Felice che è una delle migliori sull’Appennino e si trova al confine tra Abruzzo e Molise, in provincia de’ L’Aquila. In questa zona sorge Rocca di cambio dove vi è il comprensorio sciistico Campo Felice. Posto ideale sia per lo sci che per lo snowboard, qui si trovano tantissime piste per coloro che amano ogni tipo di sport invernale. In questa zona, l’offerta turistica è davvero da non perdere. Basti pensare all’Hotel Narciso blu di Rocca di cambio assolutamente a ridosso delle piste, quindi rappresenta la soluzione ideale per chi vuole trascorrere una vacanza tutta neve. Scopriamo insieme qual è l’offerta ricettiva della località sciistica Campo Felice e perché vale la pena visitare questa zona per le proprie vacanze invernali.

Rocca di Cambio – Campo Felice, la località

Nel comprensorio sciistico Campo FeliceRocca di cambio vi sono alcune delle migliori stazioni degli Appennini. Oltre a essere vicino a grandi vie di comunicazione, che quindi rendono questa zona particolarmente frequentata, soprattutto nel week end. In realtà, il comprensorio sorge al centro di 5 montagne tutte altre più di 2000 metri e innevate dal periodo che va da novembre fino a inizio aprile. In più, però tutto il comprensorio è assicurato da una programmazione d’innevamento artificiale che si basa sull’ aiuto di 40 sonde di rilevamento termico. Inoltre, si può contare su una serie di servizi come la seggiovia Cisterna e il parcheggio in località Cerchiare, in modo tale da garantire un perfetto collegamento delle piste. Il comprensorio ha 9 seggiovie e due skilift, una manovia, 2 tapis roulant di cui uno coperto. L’impianto di Campo Felice all’avanguardia e in particolare, serve 23 piste con due varianti, di cui vi sono per lo sci alpino circa 30 km complessivi. Si trovano in questa zona, tracciati adatti per tutti gli sciatori.

Hotel Narciso blu: cosa c’è da sapere sull’offerta ricettiva a Campo Felice

L’offerta ricettiva a Campo Felice è davvero da non perdere. Ad esempio, potete optare per l’Hotel Narciso blu a Rocca di cambio oppure per altre strutture simili del comprensorio che vi assicureranno vicinanza alle piste e una posizione strategica per raggiungere tutte le attività sulla neve di cui avete bisogno per una vacanza confortevole. Inoltre, potete contare su alcuni pacchetti turistici che vi danno l’opportunità di accedere direttamente alle piste, così da risparmiare sul prezzo e rendere la vostra vacanza anche molto conveniente.

Le attività a Rocca di cambio e a Campo Felice

Se avete deciso di alloggiare nell’hotel Narciso blu a Rocca di cambio o in altre strutture della località Campo Felice, di certo non vi annoierete perché in queste zone vi sono alternative per tutti i tipi di sciatori. Basti pensare anche alla presenza di piste nere, di piste per lo sci alpino. In particolare, tra le piste nere che vale la pena segnalare vi è la “delle aquile” che è una delle più belle del comprensorio. Questa pista scende dal Monte Rotondo e copre un dislivello di circa 600 metri. Vi sono anche molti tracciati che sono invece, di media difficoltà e sono anche facilmente godibili. Infatti, vi sono in questa zona 12 piste da discesa e 6 piste facili, oltre che 5 nere. In più, per coloro che non sono amanti dello sci, ma vogliono divertirsi con altre attività, vi è un attrezzatissimo snowpark nonché i 30 km complessivi per lo sci alpino. Per i bambini, oltre ai campi scuola c’è una pista di snow tubing che viene servita da un tappeto di circa 90 metri. Anche i freerider troveranno pane per i loro denti nello snow park del territorio che è davvero molto apprezzato, grande e promette un divertimento senza uguali!

SCIARE A MONTE LIVATA

 

Aurora boreale in diretta, ecco come vederla

Volete vedere l’aurora boreale in diretta? Ammirare questo spettacolo non sempre è facile. Infatti, molto spesso ci riescono solo coloro che vivono in zone come il Canada settentrionale, l’Alaska oppure Finlandia, Norvegia settentrionale, Russia settentrionale, Svezia o Islanda.

Per il resto poi, riuscire a trovarsi nel momento giusto per godere di questo spettacolo, non è certo facile. Da qualche anno per fortuna, vi è la possibilità di vedere l’aurora boreale anche in diretta streaming. Infatti, è stato messo a disposizione un portale che aiuta ciascun viaggiatore a coronare questo sogno. Direttamente sul profilo social dell’account Instagram “This is arctic”, si potrà godere di uno spettacolo davvero senza tempo.

Cos’è l’aurora boreale

L’aurora boreale è un fenomeno luminescente che ha origine nell’atmosfera terrestre per via dell’elettromagnetismo. In pratica, questo fenomeno si verifica negli strati bassi dell’atmosfera della Terra a circa 100 km e fino a 400 km di distanza. Riesce a generarsi, grazie all’interazione delle particelle grandi che generano energia. Tali particelle trasportate dal vento solare vanno a impattare nel campo magnetico della terra, perturbando. Quindi ci sono delle reazioni simili a quelle che si possono verificare all’interno di un tubo al neon. Da qui viene fuori uno spettacolo dove il cielo si va a contornare dei colori più particolari. Dunque, si gode di un fenomeno davvero incredibile. Grazie all’interazione tra le particelle cariche che provengono dal sole, le molecole del gas si impattano nell’atmosfera terrestre: quindi l’energia diventa un fiume di colori ben visibili. In ogni interazione c’è un piccolo flash di luce. Tutti questi flash vanno a generare una sorta di effetto tenda che sembra come uno spettacolo di un danzatore in cielo.

Quali sono i colori dell’aurora boreale

Quando il vento solare va a investire la Terra, tutte le particelle danno vita a l’aurora boreale. Questo fenomeno il fenomeno dell’aurora boreale che potete vedere in diretta, permette di mescolare colori. A seconda di fenomeni differenti, dà origine a colori nuovi. Infatti, quando le particelle scendono dell’atmosfera, allora il colore più comune che diventa visibile dalla superficie terrestre è il verde. Questo colore è prodotto dalle particelle che vanno a interagire con gli atomi di ossigeno a un’altezza di 100 e 300 km di quota. Nella parte più bassa dell’aurora boreale talvolta può anche capitare di vedere altri tipi di colorazioni. Parliamo di una gamma di colori che va dal rosa al rosso intenso. Ciò capita quando la collisione si ha con le molecole di azoto a un’altezza intorno ai 100 km. Se invece le condizioni avvengono a quote più elevate, emerge un altro colore particolare che è il rosso. Talvolta, si vede anche l’interazione tra molecole d’idrogeno e di elio. Ecco che si manifestano colori come il blu e il viola. Lo spettacolo è sempre bellissimo. Le colorazioni, in alcuni casi, sono difficili da trovare, specie quelle scure, perché il cielo è buio e non sempre la visibilità è garantita.

Le forme dell’aurora boreale

Guardando l’aurora boreale in diretta potete analizzare e studiare tutte le sue forme. Infatti, può avere le forme più disparate. Non è un caso che gli esperti hanno dato vita a una vera e propria classificazione internazionale. Vi sono delle strutture che formano un arco denominato “di debole intensità”. In altri casi poi, ci sono dei nastri sottili che arrivano a essere lunghi anche 1000 km. Oppure, si può verificare che l’aurora boreale dia vita a una sorta di cornice con raggi o delle bande: sarebbe una specie di corona. In altri casi c’è una specie di cerchio. Insomma, è qualcosa davvero di bellissimo. Raramente invece l’aurora boreale assume solo l’aspetto di un bagliore diffuso. Altre volte appare con raggi che si formano e che scompaiono. Di certo, vedere l’aurora boreale in diretta è un’emozione indescrivibile!

 

Sciare a Monte Carpegna

Polsa San Valentino, la bellezza della località sciistica

Incastonata in Trentino Alto Adige nella cornice dell’Altopiano Brentonico, vi è una località molto particolare che è quella di PolsaSan Valentino. Infatti, qui sul variante del Nord del Monte Baldo, c’è un gruppo montuoso che separa la valle dell’Adige dal Lago di Garda. Distante appena 25 chilometri da Rovereto, vi sono le stazioni di San Valentino – Polsa. A Polsa – San Valentino vi sono le località sciistiche del Trentino più vicine alle grandi città come Milano, Bologna o Verona. Non è un caso infatti, che sono spesso meta di tantissime persone che vogliono trascorrere delle seppur brevi vacanze sulla neve. Grazie all’organizzazione delle stazioni sciistiche di questa zona, divertirsi a tutta neve è più facile del previsto. Vediamo quali sono gli impianti, le piste e tutti i servizi messi a disposizione nella località dove sorgono le stazioni Polsa San Valentino.

Polsa – San Valentino, le località

Come già accennato le stazioni di Polsa – San Valentino sorgono in Trentino Alto Adige nell’Altopiano Brentonico. Questa località è ideale per chi ama lo sci, ma in realtà, anche per chi vuole divertirsi a 360° con varie attività sulla neve. Parliamo di un comprensorio sciistico che dispone di circa 35 km di piste. Queste località sono anche particolarmente panoramiche perché sono contornate da boschi e dalla vista sul Monte Baldo. Poiché ci si trova ai piedi del Monte Altissimo è possibile godere di uno spettacolo davvero mozzafiato. Chi vuole divertirsi negli impianti sciistici ha solo l’imbarazzo della scelta.

Impianti sciistici di Polsa – San Valentino

Gli impianti sciistici di Polsa San Valentino sono davvero molto belli e particolari. Parliamo di strutture completamente all’avanguardia dove è impossibile non divertirsi. In questo comprensorio si trovano 8 impianti di risalita. Nello specifico parliamo di 3 seggiovie, 2 skilift e 3 tapis roulant. Inoltre, il comprensorio parte da 1600 metri fino ad arrivare ai 1150 metri sul livello del mare. Gli impianti sono numerosi. Come già accennato sono oltre 35 chilometri di piste dotate d’innevamento programmato. Le piste riescono a soddisfare tutte le esigenze di tutte le tipologie di sciatori, dai principianti a quelli più esperti. Poi, si trovano circa 25 km di piste adatte per lo sci alpino, nonché per lo snowboard e per il carving. È anche possibile sciare di notte grazie alle attività di sci notturno, garantite grazie all’illuminazione delle piste.

Le caratteristiche delle piste di Polsa – San Valentino

Se volete divertirvi alla scoperta delle piste di Polsa – San Valentino troverete in questa zona davvero pane per i vostri denti. Le piste Polsa e Montagnola in particolare, sono quelle più panoramiche, nonché più lunghe. Qui si ha la possibilità di percorrere dei paesaggi immersi nel bosco. Una delle piste più famose è la pista Momo. Parliamo di una pista richiesta soprattutto dagli amanti del telemark. Chi invece, si reca in vacanza sulla neve con i bambini in questa zona, non potrà fare a meno di visitare il “Polsa baby park”. Si trova vicino al parcheggio e qui si ci sono piste didattiche per l’apprendimento, piste per il bob, per le slitte e anche tanti giochi sulla neve. Inoltre, è possibile trovare un campo scuola dotato di due tapis roulant. Anche a San Valentino vi è un campo scuola e l’ “Happy snow”, ovvero il parco giochi sulla neve che arriva a Passo San Valentino. In località Mosee è anche possibile trovare l’area giochi e la pista per bob e slittini. Se invece siete alla ricerca di qualcosa di più impegnativo perché siete degli sciatori esperti, allora la pista Canalone fa al caso vostro. È davvero da non perdere e vi catapulterà in un’emozione senza precedenti!

 

SCIARE A ROCCA DI CAMBIO

Marquez a Kitzbuhel, la sfida in moto

Qualche anno fa il campione del mondo di MotoGP Marc Marquéz ha sfidato la pista di sci più famosa del Mondo, ovvero la pista Streif con la sua Honda. Infatti, si è avventurato su una delle piste più famose di sempre, che si trova in località Kitzbuhel. Questa località dell’Austria, nel Nord Tirolo, nasconde una delle piste più belle e amate di tutti i tempi. Rappresenta una vera e propria leggenda dello sci: non è un caso, che è considerata come una delle discese libere più importanti delle gare della Coppa del Mondo di questa disciplina. Proprio in virtù della sua fama, il campione di MotoGP ha deciso di provare a fare questa pista in sella alla sua moto e il video di questa performance è diventato virale.

La pista Streif

Perché Marc Marquéz a Kitzbuhel ha deciso di effettuare la performance di moto proprio sulla pista Streif? Questo perché la mitica pista Streif che si trova in Austria a Kitzbuhel è particolarmente difficile. Parte da 1665 metri sul livello del mare e arriva 805 metri con un dislivello di 860 metri. È lunga circa 3 km, è una delle piste più difficili di sempre ed è una delle più famose discese libere per la Coppa del Mondo. Vi sono tantissimi azzurri che sono saliti sul podio come vincitori proprio dalla discesa Streif, nel corso degli ultimi anni. Gli sciatori hanno percorso questa pista fino a 137 km/h. Ma a voler sfidare questi record è stato il campione di MotoGP Marc Marquéz nel 2017.

La performance di Marc Marquez a Kitzbuhel sulla pista Streif

Marc Marquéz ha deciso di spingersi oltre con la sua Respol Honda RC213V. Infatti, ha spinto questa moto al limite su una delle piste più difficili di sempre. In qualità di campione del Mondo in quell’anno, il pilota ha deciso di correre un bel rischio. Infatti, è per tali motivi che ha provato questa pista. La Hahnenkamm a Kitzbuhel, infatti si trova la discesa della pista Streif che rappresenta l’appuntamento più atteso di tutti gli amanti di questo sport. Qui è entrato in ballo il campione di MotoGP. Insieme alla leggenda austriaca dello speedway su ghiaccio Francky Zorn ha preparato il suo percorso. Innanzitutto la moto è stata equipaggiata con degli speciali chiodi. Quindi Marquéz, tre volte campione del mondo di MotoGP, è salito insieme alla motocicletta Honda ed è stato il primo uomo a correre sulla pista delle Alpi in Kitzbuhel con una MotoGP. Il risultato è stato a dir poco strabiliante.

Tra curve, salti e dislivelli, Marc Marquéz se l’è cavata molto bene sulla pista Streif che di solito ospita i campionati del mondo di sci. Ebbene, il tre volte campione del mondo ha deciso di partire all’avventura e c’è riuscito perfettamente in una vera e propria scarica di adrenalina. Commentando questa sua performance in motocicletta ha detto che è stato davvero difficile riuscire a controllare la moto, però ha ritenuto questa esperienza particolarmente divertente. Una sorta di follia che ogni tanto va provata per tenere alta l’attenzione su questo sport e anche sulla bellezza della moto. Una vera e propria impresa, tutt’altro che facile che il campione ha voluto realizzare. È stata un’esperienza fantastica e infatti su questa performance gira un video che è diventato virale sul web. Secondo il campione di MotoGP era stata preparata a dovere e quindi, l’impresa è stata perfetta.

La sfida sulla neve “armati” di ruote

Nel 2016 che era stato già Max Verstappen che nel corso della “Red bull racing” aveva ospitato la stessa pista però sulle quattro ruote. Poi nel 2017 invece, l’esperienza particolare è stata fatta da Marquéz della MotoGP che ha conquistato anche la pista Streif!

 

Sciare a Monte Carpegna

Cabinovia Dolonne, tutto quello che c’è da sapere su questa struttura

Chi ama gli sport invernali e in particolare la neve, sicuramente avrà visionato almeno una volta Courmayeur. Questa zona è infatti, una di quelle più ambite per coloro che vogliono trascorrere delle vacanze sulla neve in piena tranquillità e relax. In Valle D’Aosta, Courmayeur è una tra le località sciistiche più note di tutta Italia e si trova a pochi passi dalla catena del Monte Bianco. Ebbene, è uno dei punti più particolari punti di Courmayeur, caratterizzato dalla vicinanza con le pendici di Val Veny a Nord Ovest, invece a Nord Est con l’altipiano del Checrouit. Si può raggiungere la skiarea di questa zona con tre diverse funivie. Sicuramente la più famosa è la cabinovia Dolonne, ma vi sono anche quella Courmayeur oppure Da Entrevès.

Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di queste funivie e soprattutto come raggiungere le skiarea più belle di tutta Italia!

Divertirsi sulla neve a Courmayeur

Partendo dalla cabinovia Dolonne si avrà la possibilità di arrivare in uno dei comprensori più belli di Courmayeur. Infatti, si può raggiungere un parco giochi dove trascorrere del tempo soprattutto, insieme a coloro che sono alle prime armi oppure i piccoli sciatori. In questa zona in totale, vi sono ben 12 chilometri di piste nere, 56 km di piste di media difficoltà e 32 km di piste blu. Chi si sposta con la telecabina Dolonne, certo troverà tantissime alternative per divertirsi in questa località. Qui vi sono delle piste molto divertenti. In particolare, si può trovare l’accesso al Vallone Dolonne e divertirsi anche con i vari servizi messi a disposizione degli impianti della zona. Basti ricordare che in questa area, a ridosso del Monte Bianco, si trovano numerosissime discese ideali anche per coloro che non sono grandi esperti. Per gli amanti del fondo poi, ci sono gli anelli in Val Ferret. Insomma, vi è spazio per tutte le possibilità: considerate che in questa zona non è solo lo sci a fare da protagonista, ma vi sono tantissime attività disponibili tra cui è possibile scegliere.

Le strutture a Courmayeur: la cabinovia Dolonne

La cabinovia Dolonne a Courmayeur è una struttura abbastanza moderna che si contraddistingue per la sua funzionalità. Parliamo di una telecabina che ha uno spazio di trasporto per 8 persone. È stata costruita nel 2006: questa cabinovia da una velocità di 5 metri al secondo e in circa 5 minuti riesce a coprire un dislivello di 493 metri, ovvero della stazione a Monte di 1704 metri, fino a quella a valle di 1211 metri sul livello del mare. Qui si ha l’accesso a numerose piste, in particolare, ad alcuni itinerari fuoripista, come ad esempio la discesa Valle Blanc con partenza da punta Helbronner. Tale discesa attraversa il ghiacciaio della Mer de Glace del Monte Bianco. Poi vi sono altri fuori pista, ovvero quelli che passano ad esempio, sul ghiacciaio del Toula verso l’Italia. Oppure in frazione Dolonne, si può anche fare la discesa dell’Arp Vieille. Insomma, tutti riusciranno a trovare delle risposte in questa zona ,proprio perché si tratta di un territorio ricco dal punto di vista naturalistico, ma anche per le strutture, per tutti coloro che sono amanti dello sci.

Cabinovia Dolonne e altri servizi a Courmayeur

Chi ama una vacanza sulla neve, sicuramente, a Courmayeur utilizzando la cabinovia Dolonne e tutte le altre strutture del territorio e si troverà senza ombra di dubbio a divertirsi in un territorio ricco di offerte da un punto di vista sociale, ma anche tecnico e sportivo. In questa zona, oltre a scegliere le piste da sci, si trovano anche ad esempio, tantissime attività da fare come gli itinerari per le passeggiate con le ciaspole sulla neve, strutture per l’arrampicata sulle cascate di ghiaccio, sleedog, pattinaggio, hockey, curling e vari sport indoor, nonché attività di golf sulla neve, Fun park e aree divertimento sulla neve.

 

Sciare a Rocca di cambio

Seggiovia Pescegallo: tutto quello che c’è da sapere su questo impianto

Avete mai sentito parlare della seggiovia Pescegallo? Ebbene, si tratta di un famoso impianto che si trova nella zona di Valgerola. Valgerola è una località sciistica della Lombardia che sorge a Sud di Morbengo. Sul versante Valtellinese delle Alpi Orobie, vi è questa zona che è davvero molto particolare e ricca di servizi. Chi si reca in questo territorio, sicuramente apprezzerà la qualità degli impianti, nonché quello della famosa seggiovia Pescegallo, una delle più famose di sempre in tutta Italia. Scopriamo insieme quali sono i servizi messi a disposizione della località sciistica di Valgerola e perché vale la pena andare in vacanza, per chi ama questo sport, in questa zona.

La località sciistica di Valgerola

Valgerola è una località che sorge proprio nel versante meridionale di Morbengo sul versante Valtellinese delle Alpi Orobie. In Regione Lombardia, si trova in località Pescegallo a 1400 metri di altezza. Qui vi è proprio un piccolo comprensorio sciistico che ha 10 km in generale di piste per lo sci alpino. Vi sono a disposizione degli utenti tre impianti, di cui una seggiovia, uno skilift e un tapis roulant. In particolare, vi è la seggiovia Pescegallo che è biposto e serve le piste più particolari e impegnative di tutto il tratto. Parliamo di quelle piste comprese in un’altezza tra 1850 metri di quota fino ad arrivare ai 1450 metri dall’arrivo della seggiovia. Poi, in ascensore i principianti possono arrivare a 2000 metri di quota e approfittare per divertirsi con gli sci. Arrivati a questa altezza infatti, l’esposizione della nevosità è davvero garantita e inoltre, si avrà sempre a che fare con neve di altissima qualità grazie anche a un moderno impianto d’innevamento artificiale. Per coloro che amano lo snowboard, in zona Salmurano, vi è un’area specifica per queste attività. Insomma, si tratta dello spazio adatto per chi vuole muovere i primi passi sulla neve senza dover affrontare costi molto alti rispetto a quelli di un grande comprensorio, inoltre, senza trovarsi in un contesto particolarmente affollato.

Dalla seggiovia Pescegallo fino alle attività di Valgerola

Come già accennato la località Valgerola che nasconde tantissime attività che sono ideali sia per coloro che sono esperti di sci, che per coloro che sono dei principianti. Innanzitutto, chi vuole fare scialpinismo troverà in questa zona tantissimi itinerari di medio livello come il Pizzo dei tre signori a un’altezza di 2554 metri sul livello del mare oppure il Monte Rotondo a un’altezza di 2496 metri sul livello del mare. Vi sono poi 2 km per il fondo che si trovano sulla piana di Fenile, a ridosso del torrente Bitto. C’è anche un campo di pattinaggio sul ghiaccio che si trova Valgerola alta. Inoltre, è possibile divertirsi anche in parchi per i bambini, snowpark, passeggiate: attività utili anche per chi va in vacanza sulla neve con le famiglie. Una volta arrivati ad alta quota grazie alla seggiovia Pescegallo, il divertimento sarà assicurato con tantissime attività adatte a tutti gli amanti della neve.

Seggiovia Pescegallo, la struttura

Come già accennato, una delle strutture storiche di questa zona è la cosiddetta seggiovia Pescegallo che è completamente innovativa ed è biposto. È una delle più famose di tutto il territorio. La struttura è aperta praticamente sempre durante la stagione invernale e assicura una portata di 1200 persone all’ora a una quota di partenza di 1450 metri. In pochissimo tempo vi porterà a 1850 metri sul livello del mare. È assolutamente da provare! Insomma, la cosa davvero particolare è che oltre alla seggiovia Pescegallo, questa zona assicura tantissimi servizi che rendono comoda e confortevole per chi vuole trascorrere una vacanza in tale località.

 

Sciare a Rocca di cambio