Quantcast

Autore: admin

 

I migliori luoghi dove recarsi per la settimana bianca in Trentino Alto-Adige

La settimana bianca è quel lasso temporale in cui avvengono cospicue nevicate, rendendo i luoghi di montagna praticamente perfetti per praticare sport invernali. In tanti sono gli appassionati di sci alpino e di fondo, nonché di snowboard e tanto altro ancora. Tuttavia, è frequente che ci siano dei neofiti, ed in quanto principianti non conoscono granché sui migliori luoghi presenti in una delle regioni italiane maggiormente adatte a tale scopo, come ad esempio il Trentino Alto-Adige, ritrovandosi in difficoltà al momento della scelta.

Ma non solo, capita anche di avere dei dubbi sull’abbigliamento e l’attrezzatura congrua a praticare sport invernali durante la settimana bianca, quindi è importante informarsi il più possibile prima di partire. Ci sono delle strutture adibite sia al relax personale che al favorire lo svolgersi di attività sportive, e perciò sono situate nei pressi di stazioni sciistiche, a loro volta contraddistinte in base al grado di difficoltà.

Infatti, ci sono stazioni che supportano sia coloro da ritenere ormai esperti comprovati, sia coloro che sono alle prime armi. Proprio per venire incontro alle esigenze di tutti, anche di chi durante il suddetto lasso temporale è intenzionato a visitare caratteristici centri altoatesini o a rilassarsi presso strutture termali, ecco una guida utile ad indicare quali sono i migliori luoghi dove recarsi per la settimana bianca in Trentino Alto-Adige.

L’abbigliamento ideale per fare sport durante la settimana bianca

Per non incorrere in problemi durante la settimana bianca trentino, dato che si potrebbe essere alle prime armi e alla prima settimana bianca della vita, è bene sapere come attrezzarsi per andare a sciare sulla neve. Innanzitutto, è opportuno segnalare che devono esserci ben quattro strati per proteggersi. Partendo dal primo, si tratta di quello maggiormente importante poiché protegge il corpo in maniera diretta dagli agenti atmosferici quali il freddo, il vento, l’acqua e la neve. Infatti, per tale ragione il primo strato deve necessariamente essere impermeabile per isolare il corpo dall’esterno, e si potrebbe acquistare una giacca da sci tecnica con dei pantaloni da neve molto performanti.

In alternativa, si potrebbe optare anche per una tuta da sci aderente. Dato che la sensazione provata nei confronti dell’alto freddo è soggettiva, chi soffre di più questa tipologia di clima, deve riuscire a garantirsi un piumino da sci o dei pantaloni con degli strati interni imbottiti e incredibilmente caldi. Successivamente si passa al secondo strato, ossia quella parte d’abbigliamento da indossare al di sotto della tuta da sci; si potrebbe indossare un pile pesante o più leggero, nonché dei sotto-pantaloni.

Il terzo strato, invece, riguarda l’intimo termico, ed è quello che è a stretto contatto con la pelle, perciò funge da tramite tra il corpo e gli altri strati. Essendo importante, è bene assicurarsi dei capi realizzati con del tessuto in fibra polipropilenica, in grado di espellere l’umidità per mantenere il corpo bello caldo e asciutto. Infine, è meglio indossare anche guanti e cappello, o nel peggiore dei casi persino scalda collo e passamontagna. Il cappello potrebbe essere sostituito con il casco; mentre nella parte inferiore del corpo, è consigliato indossare uno o due strati di calze.

Quali sono i migliori luoghi in Trentino Alto-Adige: dove passare la settimana bianca

Siccome le principali città italiane sono ben collegate con la maggior parte delle mete sciistiche, il Trentino Alto-Adige è assiduamente frequentato durante la settimana bianca. Proprio per evitare di perdere troppo tempo nella selezione del luogo dove dirigersi, ecco un elenco dei migliori luoghi in Trentino Alto-Adige dove poter passare la settimana bianca.

Alta Badia

Per i principianti alla ricerca di stazioni sciistiche suggestive e allo stesso tempo impegnative ma non pericolose, l’Alta Badia è una delle zone con il maggior numero di strutture in tutto l’arco alpino. Le lunghissime distese di piste, da percorrere per chilometri e chilometri fino alla Val Gardena. Alcune di queste sono anche collegate con Arabba.

Per gli amanti di questo sport, è assolutamente imperdibile il Giro della Grande Guerra, molto particolare; il giro sciistico del Sellaronda, qui è di passaggio, ed è tra i più famosi in Italia. Proprio per la grande varietà di piste, i principianti possono attraversare questi percorsi senza provare sensazioni di monotonia, tanto meno incorrendo in pericoli.

Val Gardena

In Val Gardena ci sono 175 chilometri di piste, alcune estese fino in Val di Fassa. Tuttavia, queste piste sono dedicate perlopiù agli esperti, in quanto più lunghe e tecniche per caratteristiche. Basti pensare che qui c’è quella di Saslong, dove si è svolta la libera di Coppa del Mondo. Il Val Gardena Ronda è un itinerario straordinario, da non perdere se si ama sciare.

Plan de Corones (o Kronplatz)

Il Plan de Corones (o Kronplatz) è una delle strutture sciistiche più ricercate dagli sportivi esperti, poiché è tra le più innovative e moderne del settore. Qui sono presenti le Black Five, ma per i principianti ci si può anche recare verso l’Alta Badia o verso l’Alta Pusteria.

Tre Cime Dolomiti

Uno dei simboli dell’Alto-Adige sono le Tre Cime Dolomiti, che comprendono le aree tra Monte Elmo e Croda Rossa. Il percorso si spinge fino a Padola, in Veneto, e gli oltre 90 km di piste qui presenti sono perfette per gli esperti alla ricerca del fattore novità.

Alpe di Siusi

Le testate internazionali parlano della stazione dell’Alpe di Siusi, particolarmente efficiente per coloro che vogliono sciare in famiglia in tutta tranquillità. Essendo dei percorsi larghi e facili per praticare sport, permettono di sciare anche ai bambini più piccoli in compagnia dei genitori. Ma se questi ultimi desiderano piste più tortuose, ci sono quelle in Val Gardena, ben collegata se si parte da Ortisei.

Sciare ad Alpe Lusia – Moena/​​Bellamonte

L’Alpe Lusia è una stazione sciistica italiana situata nella provincia di Belluno, in Veneto. Ha il punto di accesso agli impianti di risalita più alto d’Italia. Inoltre, si dice che guardando una delle sue cime alpine, se ne possano vedere altre cinque! La località è nota per la sua neve polverosa e per le sue radure, che ricoprono gran parte delle montagne e che un tempo erano utilizzate come roccaforte dalle forze austriache durante la Prima Guerra Mondiale. La zona presenta anche alcune aree sciistiche non battute con vista su verdi vallate e villaggi nascosti lontano dalle piste principali. Questa esperienza aggiunge fascino all’Alpe Lusia e la rende una località eccellente per le famiglie con bambini o per i principianti che vogliono imparare a sciare prima di affrontare piste più impegnative in altre località italiane o all’estero. Se cercate una sistemazione adatta alle famiglie, ci sono molti hotel tra cui scegliere a breve distanza dal centro della località.

Area dell’Alpe Lusia

L’Alpe Lusia è una delle più belle aree sciistiche dell’Italia. Si trova nella Val di Fiemme, nel Trentino, e si estende per circa 30 km. Gli impianti di risalita sono moderni e ben curati, e le piste offrono una grande varietà per gli sciatori di tutti i livelli.

Condizioni e impianti dell’Alpe Lusia

L’Alpe Lusia è una stazione sciistica che offre molti impianti e condizioni ideali per lo sci. Le piste sono ben preparate e l’area è servita da un efficiente sistema di lift. Ci sono anche numerose scuole di sci che offrono lezioni per tutti i livelli, dai principianti agli esperti. Inoltre, c’è un parco giochi per bambini dove i piccoli possono divertirsi mentre gli adulti si godono le piste.

Consigli per sciare in Alpe Lusia – Moena/Bellamonte

Alpe Lusia è una delle più grandi aree sciistiche del Trentino e offre ai suoi visitatori un’ampia varietà di piste da discesa, tracciati per lo sci alpinismo, percorsi per lo slittino e sentieri escursionistici. Gli impianti di risalita sono efficienti e ben organizzati, quindi non c’è bisogno di prenotare in anticipo o di fare code agli sportelli. Le condizioni della neve sono generalmente buone grazie all’altitudine delle piste e all’utilizzo degli impianti di innevamento artificiale. Tuttavia, si consiglia sempre di controllare le previsioni meteo prima della partenza per essere sicuri che le condizioni siano adatte alla vostra abilità. I tracciati consentono agli sciatori di godere del paesaggio circostante mentre

Cose da vedere e da fare all’Alpe Lusia

L’Alpe Lusia si trova in una splendida posizione naturale, circondata da montagne e boschi. Si tratta di un’ottima destinazione per gli sciatori di tutti i livelli, che qui possono godere della neve fresca e dei paesaggi incantevoli. Gli impianti dell’Alpe Lusia sono efficienti e ben organizzati, con numerose piste perfettamente preparate per gli sciatori. Inoltre, è possible noleggare l’attrezzatura necessaria presso i negozi situati vicino agli impianti di risalita. I consigli per chi vuole sciare in Alpe Lusia – Moena/Bellamonte sono quelli di non perdersi le bellissime piste da discesa, come la Pista Marmolada o la Pista Rosengarten; ma anche di dare uno sguardo alle numerose attività che si poss

Tour e attività

L’Alpe Lusia è un grande comprensorio sciistico che si trova nel cuore delle Dolomiti, tra Moena e Bellamonte. Si estende per oltre 30 km di piste da discesa e offre una vasta scelta di percorsi per lo sci alpino, lo sci nordico e il freeride. Le piste da discesa sono adatte a tutti i livelli di abilità, dai principianti agli esperti, e ci sono anche diverse aree protette per gli appassionati di freeride. Nell’area dell’Alpe Lusia ci sono anche numerosi rifugi alpini che offrono ottimi piatti tradizionali della cucina trentina. Inoltre, il comprensorio è collegato all’impianto di risalita Col Rodella che porta direttamente alle famose cascate del Brenta.

Come raggiungere l’Alpe Lusia

6) Come raggiungere l’Alpe Lusia. E’ possibile raggiungere l’Alpe Lusia in auto, autobus o treno. In auto, prendete l’autostrada del Brennero A22 e uscite a Cavalese. Da qui seguite le indicazioni per il Passo San Pellegrino fino a raggiungere Moena/Bellamonte. In autobus, partono giornalieri pullman da Trento e Bolzano che arrivano a Moena/Bellamonte in circa 1 ora e 45 minuti. Il treno è un altro modo per arrivare all’Alpe Lusia: la stazione ferroviaria più vicina è quella di Ora, da dove partono treni che collegano Bolzano con Venezia.

Quando è il momento migliore per visitare l’Alpe Lusia – Moena/Bellamonte?

7) When is the best time to visit Alpe Lusia – Moena/Bellamonte? The best time to visit Alpe Lusia – Moena/Bellamonte is during the winter months, from December to February. This is when the ski resort is open and there are plenty of activities to enjoy.

Cose da fare in Alpe Lusia – Moena/Bellamonte

L’Alpe Lusia offre una varietà di attività per tutti i gusti. Gli sciatori più esperti potranno godersi le piste da discesa, mentre quelli meno esperti o che preferiscono un ambiente più tranquillo potranno provare le piste da fondo o semplicemente passeggiare nella splendida natura circostante. Per chi vuole immergersi nella cultura locale, c’è la possibilità di visitare il museo dell’ Alpe Lusia e del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino , che offrono una panoramica sulle tradizioni e sulla storia della valle. Altre attività da non perdere sono le escursioni in motoslitta e l’arrampicata su ghiaccio.

Dove alloggiare in Alpe Lusia

9) Dove alloggiare in Alpe Lusia. L’Alpe Lusia offre una vasta scelta di strutture ricettive, dai campeggi alle pensionse e agli hotel. Ci sono molti bed & breakfast e ristoranti che propongono menù a base di specialità locali. In hotel è possibile usufruire del servizio navetta gratuito per la stazione a valle della funivia che porta all’area sciistica.

Recensioni di hotel e alloggi alpini a Alpe Lusia – moena bellamonte

L’Alpe Lusia è una località sciistica molto apprezzata sia dagli sciatori esperti che da quelli alle prime armi. Gli impianti di risalita sono efficienti e ben organizzati, permettendo di raggiungere le piste in poco tempo. Le condizioni della neve sono ottime grazie all’altitudine e all’esposizione al sole delle piste. Per chi vuole godersi un po’ di relax dopo una giornata sugli sci, c’è l’area wellness dell’Hotel Cima Rosetta, dove è possibile usufruire di massaggi, sauna e bagno turco. I prezzi degli hotel e degli alloggio alpini sono accessibili e la qualità è buona. Inoltre, la maggior parte degli hotel offrono scontistiche per i bambini e per gli sciatori che prenot

Alpe Cermis, la località sciistica

Considerata come una delle aree sciistiche più importanti della Val di Fiemme in Trentino Alto Adige, l’Alpe Cermis si trova nel Comune di Cavalese. Il capoluogo della Valle fa parte del consorzio Val di Fiemme Obereggen. Tutti insieme fanno parte del comprensorio sciistico Dolomiti Superski. Le 5 aree di sci che si trova nel comprensorio Val di Fiemme Obereggen danno la possibilità di accedere alle piste di sci con un unico skipass. In questa zona è possibile fare varie tipologie di attività e inoltre, rappresenta il luogo ideale per chi vuole fare una vacanza “a tutta neve”. Vi sono diversi impianti di risalita e ci si può divertire con varie tipologie di piste adatte agli sciatori più esperti e non. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche del comprensorio sciistico Alpe Cermis e perché questa struttura viene considerata come una delle più importanti del Trentino.

Le caratteristiche della località sciistica Alpe Cermis

La località sciistica Alpe Cermis è una delle zone più importanti della Val di Fiemme ed è caratterizzata dalla presenza di 8 impianti di risalita. Vi sono 3 seggiovie, uno skilift, un tapis roulant e 3 cabinovie. Permette di richiedere un unico skipass per accedere anche alle 5 aree inserite nel comprensorio Val di Fiemme Obereggen. Con lo skipass si può anche di accedere alle piscine comunali di Cavalese Predazzo, nonché ai centri di pattinaggio della valle e allo stadio del ghiaccio di Cavalese. Grazie all’uso della cabinovia si può salire da Cavalese fino ad arrivare a Dos Laresi. Da qui si arriva fino a quota 2267 metri grazie a uno skilift o a una seggiovia. Si può scendere a fondovalle con le piste Olimpia 1, Olimpia 2, Olimpia 3. I tracciati sono lunghi in totale circa 7,5 km per un dislivello per queste tre piste, di 1400 metri. È possibile sciare anche di sera sia nel weekend che il venerdì e il mercoledì. Vi sono poi diverse piste per lo sci alpino che sono ideali, grazie anche alle loro condizioni perfette per via dell’innevamento programmato. Vi sono poi, le piste per lo sci di fondo che si trovano nei centri del fondo di Passo Lavazè e del lago di Tesero. Anche queste piste sono dotate di innevamento programmato. In più, negli anelli di Bellamonte e nei Paesi dislocati nel fondovalle c’è anche il raccordo con la pista della Marcialonga.

Le piste principali di Alpe Cermis

Tra le piste più importanti di Alpe Cermis vi è la pista Olimpia. Questa pista è di 7,5 km circa e ha una quota di partenza di 2250 metri ed una di arrivo di 850 metri. È una pista abbastanza difficile e rientra nell’area delle piste nere. In realtà si snoda tra due piste nere che sono Olimpia 1 e 2, poi c’è la parte finale che invece è una pista rossa ed è l’Olimpia 3. Presenta diversi cambi di pendenza, nonché una serie di muri: questa pista di certo, è perfetta per chi vuole praticare sci. Il divertimento è assicurato!

Altre attività che è possibile fare nella località sciistica Alpe Cermis

Ad Alpe Cermis è possibile svolgere anche altri tipi di attività soprattutto per le famiglie. Vi è infatti, Cermislandia che è considerato un vero e proprio Paradiso per i bambini. Si tratta di un parco giochi sulla neve dove si scia sulla “via del bosco” e si può fare anche un’escursione guidata con la scuola sci. Parliamo di un percorso di oltre 5 km dove si sono indovinelli, filastrocche, animali e tanti giochi dedicati ai più piccoli. Inoltre, in questa zona vi sono tantissime attività che vengono realizzate con eventi di vario genere. Nello specifico, si possono visitare i mercatini di Natale a Cavalese.

Scopri anche i Mercatini di Natale di Brunico

 

 

Alleghe, la località sciistica

Posta a 1000 metri di quota nella Valle Agordina, proprio a sud della Marmolada, si trova la località sciistica Alleghe. Questa località fa parte del comprensorio Ski Civetta e si chiama in questo modo proprio perché alle sue spalle vi è la montagna Alleghe. Si tratta di un comprensorio sciistico abbastanza piccolo, che comunque riesce a rispondere alle esigenze di diversi tipi di sciatori grazie alla presenza delle sue oltre 40 piste. Alleghe si trova in Veneto, in provincia di Bolzano e tracciati molto interessanti veloci e larghi. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche della località sciistica Alleghe e per chi vale la pena fare una sosta per una per una vacanza “a tutta neve” in questa zona.

Alleghe, le caratteristiche della località sciistica

La località sciistica di Alleghe è una cittadina ridente e infatti, si trova a circa 1000 metri di quota. Sorge nella Valle Agordina a sud della Marmolada. Ha 2 cabinovie, ovvero Pian di Pezzè Col dei Baldi e Pian di Pezzè. Questi impianti fanno arrivare in quota nell’area sciistica Veneta Ski Civetta. Si va verso il demanio di Zoldo e Selva di Cadore. In questa zona si trovano 17 piste di difficoltà differente per lo sci alpino. Vi sono in totale, in tutto il comprensorio ben 43 piste, per 80 km. Grazie anche all’innevamento artificiale si potrà godere di piste molto belle e interessanti di ottima qualità. L’intera zona è servita da 23 impianti, ovvero 10 seggiovie, 10 skilift e 3 cabinovie. Vi sono anche quattro Ski bus di collegamento per le piste di livelli differenti che si trovano in tutto il demanio che è aperto allo sci. Tutti i tracciati della zona sono veloci e interessanti: il divertimento sarà quindi assicurato. C’è da dire che il comprensorio Ski Civetta è inserito nel Dolomiti Superski ed è tutto connesso alla località di Alleghe, a sua volta.

SCOPRI ANCHE DOLOMITI SUPERSKI

Le altre attività della località sciistica di Alleghe

La località sciistica di Alleghe permette di svolgere anche altri tipi di attività oltre al già citato sci alpino e al divertimento delle sue 43 piste. Nella zona si trova, a fianco della nota pista Baldi, uno snowpark ideale per snowboarder e freestyler. Gli sciatori possono anche trovare un’alternativa sciistica nel giro della Grande Guerra. Quest’itinerario va a percorrere i luoghi che furono teatro della Prima Guerra Mondiale ai piedi di alcune delle vette più famose delle Dolomiti. I bambini fino a 11 anni possono poi divertirsi nel parco giochi locale, ovvero Happy Park, che si trova a Pian di Pezzè. Gli appassionati di fondo troveranno poi oltre 4 km di tracciati di media difficoltà a Caprile di Alleghe, direttamente immersi nei boschi innevati.

Altre idee per divertirsi ad Alleghe

Ad Alleghe si trovano anche piste per il telemark e per lo sci d’alpinismo, oltre che per il carving, le escursioni con le ciaspole, nonché gite in motoslitta. Vi è anche lo stadio del ghiaccio in cui si possono vedere delle belle partite di hockey sul ghiaccio di serie A. Questa località offre delle strutture ricettive di tutto rispetto. Chi vuole andare in vacanza in tale zona, di certo troverà il tipo di soluzione adatta alle proprie esigenze. Tra rifugi, locali e trattorie con specialità del territorio, in questa zona si avrà l’opportunità di trascorrere una piacevole vacanza. Andando a vedere la ski map Alleghe si potrà scegliere dove divertirsi e si avrà davanti una località ricca di spunti per una vacanza di tutto rispetto. Oltre che in inverno, nella località di Alleghe ci si può divertire anche nel periodo estivo o tardo primaverile. La natura in questa stagione è davvero straordinaria e tutta da esplorare!

 

 

Champoluc, la località sciistica

In Valle D’Aosta vi è la località sciistica Champoluc. Si trova al termine della Val d’Ayas e si raggiunge risalendo il percorso del torrente Evançon. Qui c’è questa località che è un centro della zona in cui sorge anche una famose stazione alpina della Provincia di Aosta che è riconosciuta a livello internazionale. A 1.568 metri da Champoluc parte la telecabina che porta fino alla skiarea del Crest. A qualche chilometro di distanza vi sono anche gli impianti di Frachey – Alpe Ciarcerio. Vi sono 12 piste rosse, 3 blu e tutta una serie di servizi che si trovano all’interno di un panorama da non perdere. Questa località sciistica fa parte del gruppo Monterosaski e conta su un comprensorio di circa 180 km di piste. Scopriamo insieme quali sono le sue caratteristiche.

Le caratteristiche della località sciistica di Champoluc

Champoluc, come già accennato, appartiene al comprensorio del Monterosaski. Offre circa 40 km di piste e fa parte di un comprensorio molto più vasto, per un totale di 180 km di piste, de quali 170 coperte da innevamento artificiale. Vi sono degli impianti moderni che collegano anche questa località con la Valle di Gressoney mediante il Valico Alpino del Colle del Bettaforca che si trova a 2.705 metri dal livello del mare. Qui vi sono le piste più diverse che permettono di sciare non solo e coloro che sono esperti, ma sono adatte anche per i principianti. Infatti, vi sono 20 impianti di risalita di cui 4 seggiovie, due cabinovie, 3 tapis roulant e una funicolare. Poi troviamo in questa zona 12 piste rosse per un totale di circa 20 km e 4 piste invece, facili del gruppo blu per un totale di 7 km. Inoltre, vi è una pista nera di poco più di un chilometro. In più, in questa zona c’è anche una pista naturale di slittino e bob, che si trova proprio vicino a un parco giochi. Vale anche la pena citare il baby park che è ideale per il divertimento dei più piccoli. Questa struttura è servita da tre tapis roulant.

Le piste famose di Champoluc

Champoluc offre tantissime piste famose, soprattutto quelle di tipo rosse. Una tra tutte è senza ombra di dubbio la pista Ostafa 1. Questa pista è panoramica ed emozionante, si trova in Val d’Ayas. Si può percorrere singolarmente oppure si può allungare verso il monte, grazie alla pista Sarezza oppure verso valle, grazie al Pistone Betta che scende fino a Champoluc. Parliamo di una pista di difficoltà media che ha una partenza da 2.420 metri e un arrivo di 1.900 metri dal livello del mare. Ideale per chi vuole divertirsi senza troppi rischi, ma senza rinunciare all’avventura!

Attività da fare a Champoluc

Tra le attività da fare a Champoluc, vale assolutamente la pena citare anche i 3 km di pista per lo sci di fondo che si chiama Villy. Si può anche raggiungere facilmente la vicina Brusson, che è un centro famoso soprattutto per lo sci nordico. Armati di racchette da neve non si può non percorrere l’anello FerrarioVerra che è abbastanza breve, nonché il percorso medio Col Valscoccia – Monte Facciabella. A 15 minuti da Champoluc poi, vi è un’arrampicata sul ghiaccio molto entusiasmante a un’altezza di 1.600 metri. Si trova al Pissun Di Mascognaz. Invece, un’arrampicata facile è quella che si trova a Le Bilance, nell’Alta Valle di Cuneaz con un’altezza di 2.100 metri. Questa zona però non è bella solo nel periodo invernale, ma anche in nel corso degli altri periodi dell’anno dove è possibile fare mountain bike, nonché tanti tipi di attività in pieno relax.

 

 

Faloria Cristallo, la località sciistica

La località sciistica in provincia di Belluno in Veneto, Faloria Cristallo appartiene al complesso di Cortina. Insieme a Tofana, Fedare e Falzarego5 torri è una delle aree sciistiche di Cortina d’Ampezzo. Il comprensorio appartiene con il suo insieme al complesso Dolomiti Superski. Si raggiunge facilmente dal centro di Cortina con la funivia Faloria. Assolutamente ricca sotto vari aspetti, questa località è diventata ben presto un punto di riferimento per tutti coloro che decidono di recarsi nel Nord Italia per lo sci. Immersa nel panorama delle Dolomiti, di certo è ricca di servizi e di attività che renderanno la vostra vacanza “a tutta neve” a dir poco indimenticabile. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche della località sciistica Faloria Cristallo e perché vale la pena recarsi in questa zona per una vacanza invernale, ma non solo.

Le caratteristiche della località sciistica Faloria Cristallo

Di certo la località sciistica di Faloria Cristallo è una piccola realtà che appartiene al gruppo molto più vasto di Cortina d’Ampezzo e in generale, a quello Dolomiti ski. Questa zona è nota per la presenza di impianti di ultima generazione. In particolare, sono sette. Ha una funivia, uno skylift e 5 seggiovie. Si parte da un’altitudine di 2.362 metri dal livello del mare fino a raggiungere 1.226 metri. Parliamo di 7 km di piste medie, con 5 km di piste difficili da discesa che appartengono al gruppo delle nere. Questo comprensorio è anche noto per delle piste famose che vale assolutamente la pena provare soprattutto, per coloro che sono più esperti.

Le piste famose di Faloria Cristallo a Cortina d’Ampezzo

Tra le piste più famose che vale assolutamente la pena vedere per coloro che si recano a Cortina d’Ampezzo nella località di Faloria Cristallo vi è pista Stauniens. Questa pista è formata da due particolari segmenti e appartiene al gruppo delle nere. Con una lunghezza di circa 3 km e con un dislivello di 1.000 metri, possiamo dire che è una pista spettacolare. Il suo primo segmento è il Canale Stauniens Nord. Parliamo in tracciato stretto verticale che scende verso il basso con una pendenza del 64% tra due pareti di roccia. È molto ripido ed ha un dislivello di 900 metri. Man mano poi si scende verso Valfonda fino a Carbonin a 1.400 metri circa. La seconda parte poi è aperta gli sciatori che scendono dal tracciato più difficile. È battuta, è aperta a coloro che partono dalla seggiovia. La pista ha un’esposizione al sole non troppo favorevole, quindi spesso è ghiacciata e dura ed è anche per questo che è considerata come una di quelle più difficili. Poi man mano diventa più semplice, quindi viene classificata come rosa. Il percorso completo è di quasi 3 km e arriva fino a Padeon. Questa pista è stata “chiusa” per diversi anni e ora è in via di riapertura. Insomma, il suo tracciato è davvero molto emozionante. Oltre alla pista Stauniens vi sono anche altre piste che vale la pena scoprire come ad esempio, le piste rosse che si snodano in circa quattro parti. Vi sono anche degli itinerari fuori pista che come quello Forcella Staunies.

I servizi della località Faloria Cristallo

La località Faloria Cristallo offre vari servizi per il pubblico. Infatti, vi è il rifugio Faloria sulle piste e vi è anche uno skibar molto panoramico. Vi sono diversi punti di ristoro e altri rifugi in cui è possibile fermarsi tra una sciata e l’altra. Grazie a queste strutture, troveremo un impianto che offre tantissime attività perì chi si reca in vacanza con le famiglie, ma non solo. Di certo, in questa zona vi sono anche numerosi eventi mondani che si tengono nell’area di Cortina d’Ampezzo!

 

 

Dolomiti Superski, la località sciistica

Consigliato come uno dei comprensori più importanti di tutto il Mondo, il Dolomiti Superski è assolutamente da non perdere. Si trova a cavallo tra il Trentino Alto Adige e il Veneto. Nello specifico, nelle province di Bolzano, Belluno, Trento e sulle Alpi Sud Orientali. Grazie a un unico skipass si ha la possibilità di accedere a 12 impianti delle aree stilistiche che si trovano in un paesaggio a dir poco incantevole. In particolare le zone comprendono 1.246 km di piste con tutti i percorsi degli sci invernali delle Dolomiti. Ci sono 500 km di piste tutte collegate tra loro. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche del comprensorio sciistico Dolomiti Superski e perché può essere considerato uno dei più belli in cui trascorrere le proprie vacanze “a tutta neve” sia per coloro che sono degli sciatori esperti che per coloro che invece, sono alle prime armi.

Gli impianti della località sciistica Dolomiti Superski

La località sciistica Dolomiti Superski raccoglie 12 zone sciistiche e i loro impianti, in un paesaggio incantevole come quello delle Alpi dolomitiche. Nello specifico gli impianti sono:

  • Plan de Corones
  • Cortina d’Ampezzo
  • Alpe di Siusi
  • Alta Badia
  • Val Gardena
  • Cal di Fassa Carezza
  • Arabba
  • Marmolada Val di Fiemme Obereggen
  • Tre Cime Dolomiti in alta Pusteria
  • Valle Isarco
  • San Martino di Castrozza
  • Passo Rolle
  • San Pellegrino Alpe Lusia che comprende il Passo San Pellegrino, Moena, Alpe Lusia, Falcade e Bellamonte
  • Skicivetta

Gli amanti dello sci nordico possono fruire inoltre, di tantissimi percorsi con i pendii adatti a ogni tipo di capacità. Del resto è una zona che è anche stata teatro della Coppa del Mondo.

Le caratteristiche della località sciistica Dolomiti Superski

La località sciistica Dolomiti Superski è ideale per tutti coloro che amano questo sport invernale. Gli sciatori, potranno scegliere tra 1.246 chilometri di pista e un totale di 481 impianti. Si parte da un’altitudine di 2.778 metri e fino a 1.000 metri sul livello del mare. Le piste sono numerosissime e meritano tutte una visita. Anche le strutture sono eccezionali, se si pensa ad esempio, agli impianti di nuovissima generazione e tutti i servizi messi a disposizione come una scuola di sci, ma anche snowpark e tantissimi impianti per famiglie, ma non solo! Il comprensorio Dolomiti Superski è davvero immenso e ospita tantissime piste famose!

Le piste più famose della località sciistica Dolomiti Superski

La pista più famosa del complesso del Dolomiti Superski e di tutti gli impianti che va a raggruppare è la pista Sorasass che si trova ad Arabba. Parliamo di una pista nera che ha un dislivello di 749 metri. Poi vi è la pista Burz sempre ad Arabba, che è una pista, a sua volta abbastanza complessa, con i suoi 240 metri di dislivello. Inoltre, a Cortina Cristallo vale anche la pena una visita, soprattutto per coloro che sono degli esperti, la pista nera Staunies. Tra le altre piste, da non perdere la pista Toffanin a Cortina e Olimpya delle Tofane, sempre a Cortina. Insomma, qui chi è amante dello sci troverà quello di cui ha bisogno per una vera e propria scarica di adrenalina a 360°.

Mondanità ed eventi nella località sciistica Dolomiti Superski

Nell’area Dolomiti Superski la mondanità e gli eventi di certo non mancano. Infatti, qui vi sono tantissime iniziative per chi si reca in vacanza e vuole divertirsi. Oltre a dei locali, vi sono le terme ma anche dei percorsi da non perdere. Inoltre, questa zona è una delle più rinomate aree da sci di tutta Italia: dunque, vi l’offerta ricettiva è invidiabile. Insomma, chi si reca in questa zona in vacanza potrà contare su tutto ciò di cui ha bisogno per un momento indimenticabile e per divertirsi con i propri amici, la propria metà o la propria famiglia!

 

Ti potrebbe interessare anche la località sciistica di Folgaria, clicca qui

 

 

Folgaria, la località sciistica

Avete mai sentito parlare di Folgaria? Ebbene, parliamo di una delle tre località più famose di tutta Italia che va a comporre lo skitour dei Forti. Insieme a Fiorentini e Lavarone, si trova a 20 minuti dal casello di Rovereto nord. Quest’area è al confine tra lo Stato Italiano e l’impero Austro Ungarico, così come erano suddivisi nel corso della Prima Guerra Mondiale. Vale anche la pena dire che in quest’area oggi, è possibile vedere i resti delle fortificazioni e delle strutture difensive che hanno caratterizzato la Prima Guerra Mondiale. All’interno dell’area si trova il carosello Ski area Alpe Cimbra dove ci sono piste per lo sci alpino che si diramano da Costa D’Agra a 1.800 metri sul livello del mare fino all’Alpe di Folgaria – Passo Coe a 1.625 metri sul livello del mare. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di questa località sciistica.

Folgaria, le caratteristiche

Chi ama lo sci, a Folgaria sicuramente troverà ciò che vuole. Vi sono 32 impianti di risalita di cui 21 seggiovie, 5 skilift e 6 tapis roulant. Dai 1.800 fino a 2.000 metri sul livello del mare, con lo skipass giornaliero si può accedere a tutto il carosello Ski Area Alpe Cimbra. Vi sono tantissime piste. Inoltre, la località è famosa anche perché vi sono delle piste di sci di fondo. Vi è Passo Coe a 1.600 metri di altitudine con 45 km di piste. Poi vi è l’area di Millegrobbe a 1.550 metri con 40 km di piste. Sempre ideale per lo sci di fondo, c’è Forte Cherle, mentre a 1.400 metri vi sono altre piste. Vale la pena ricordare anche che le piste di Passo Coe hanno ospitato la Wordmaster Cup del 1997. Inoltre, tra le attività che è possibile fare a Folgaria, vi sono anche le discese con lo slittino. Sullo slittino a Costa e Fondo Piccolo ci si potrà davvero divertire! Da non perdere anche lo snowtubing, il pattinaggio al Palaghiaccio, le aree di fitness, la piscina coperta al Palasport. Vi sono anche tre baby park, fat bike, sled dog, cultura, storia, arte ed enogastronomia. Si può trascorrere molto tempo in relax. Per gli amanti delle ciaspole vi sono anche diversi percorsi, sia diurni che notturni, da fare insieme alle guide Alpine. Insomma, si tratta di un territorio davvero da non perdere.

Le piste di Folgaria

Tra le piste di sci di Folgaria che vale la pena segnalare vi sono quella rossa “Salizzona Fondo Grande”, nonché la pista nera agonistica che è stata anche sede di due gare di Coppa Europa. Si trova a Fondo Grande Folgaria. Vi è anche la pista nera “Avez del Prinzep” a Lavarone che è ideale per coloro che sono degli sciatori esperti.

Poi, nella zona si trovano dei campi scuola che sono serviti da due skilift, 5 seggiovie e 6 tapis roulant. Sono invece ideali per coloro che sono alle prime armi con lo sci. Inoltre, sempre nella località sciistica, si trovano due snowpark, ovvero a Fondo Piccolo c’è il Mazinga Park, mentre invece nell’Alpe Fiorentini, vi è Jurassic Park. Questi due snow park sono ricchi di jumps e rails. Le piste di Folgaria sono anche proiettate a livello europeo, lo stesso vale per la località sciistica: tant’è che è stata premiata dall’ADAC, Automobil Club Tedesca nel 2011. Come già accennato, è stata inserita nella Skiarea Dolomiti Adamello Brenta, nel Trentino Occidentale.

La località è molto frequentata e ospita, tra le altre cose, numerosi eventi. Innanzitutto, la Coppa Europa, ma anche il tour delle Alpi, il Prove Libere tour e l’Easy Fun Sky, ovvero l’ex trofeo di Topolino di sci alpino e snowboard. Vi è anche la possibilità di fare diverse immersioni sotto i ghiacci. Inoltre, per chi vuole fare una vacanza “a tutta neve”, a Rovereto, da fine novembre a 6 gennaio si svolgono anche i mercatini di Natale con tantissimi programmi d’intrattenimento.

Ti potrebbe interessare anche Dolomiti Superski, leggi qui

Livigno, la località sciistica

Considerata come una delle località sciistiche lombarde più belle e più complete, Livigno è un’area in cui vi sono dei servizi a dir poco impeccabile. A Livigno, grazie al clima rigido, la neve resta fino a stagione inoltrata e quindi, è sempre bello a recarsi in questa zona per le proprie vacanze “a tutta neve”. Inoltre, a fare la differenza è il clima rigido e le sue strutture che sono sicuramente impeccabili sotto vari aspetti. Per tali motivi, scegliere di andare a Livigno è sicuramente un’ottima idea. Scopriamo insieme cosa c’è da sapere su Livigno e soprattutto, quali sono le caratteristiche di questa particolare località sciistica.

Livigno, le caratteristiche della località sciistica

Chi si reca in vacanza invernale a Livigno, sicuramente troverà pane per i suoi denti, in quanto vi sono diverse attività che è possibile fare. Con i suoi 44 impianti di risalita, ovvero 13 seggiovie, 11 skilift, 6 cabinovie sarà senza ombra di dubbio molto bello divertirsi in questa zona. Ha anche una posizione più che strategica. Infatti, Livigno si trova in una piccola Valle mentre le sue piste si trovano sui pendii che la circondano. Vi sono dei comprensori separati e ancora non collegati sci ai piedi. Ma, la località offre un servizio di navetta o autobus che aiuta a collegare i due versanti. Si scia da novembre fino a inizio maggio, contando su 115 km di piste di livelli vari che vanno dai 1.800 ai 2.900 metri di quota. Ci sono 37 piste rosse, 29 piste blu e 12 piste nere. Gli impianti di risalita sono assolutamente all’avanguardia e garantiscono neve “doc” in qualunque momento della stagione sciistica.

Inoltre, chi ama lo sci di fondo troverà a valle ben 30 chilometri di piste costantemente battute. Di queste, 5 km sono coperte con innevamento programmato. Già a metà ottobre viene aperto il primo anello per il fondo con la tecnica dello snow farming. Tra le attività che si svolgono a Livigno, vi sono anche i biathlon, lo sci di fondo e il tiro a segno con la carabina.

Le piste da sci di Livigno

A Livigno come già accennato, le piste sono numerose. Tra le piste rosse a disposizione degli utenti, vale la pena citare quella centrale e la pista Polvere, che hanno una lunghezza rispettivamente di 3.300 metri e di 2.350 metri. Poi vi è la pista baby da 325 metro che è di tipo blu e tra le altre, la pista Zuelli che è una pista nera che è lunga circa 2.640 metri. Infine, vi sono anche due snowpark ovvero “The beach” e quello dedicato ai bambini “Kids cross”. In questa zona sarà poi possibile accedere a una scuola di sci, divertirsi con vari tipi di sport e in più, anche noleggiare tutta l’attrezzatura e quel che serve per riuscire a vivere una vacanza in pieno relax e tranquillità e con tutti gli elementi di cui si ha necessità.

Eventi e attività a Livigno

A Livigno nel corso dell’anno vi sono tantissimi turisti. Questa è una zona che vale assolutamente la pena scoprire, soprattutto per coloro che sono appassionati di sport invernali. Qui ogni anno a dicembre si tiene La Sgambeda. Si tratta di un gran fondo di sci nordico in tecnica classica. Questa manifestazione si inserisce nel circuito Visma Ski Classics. Intorno al Paese, poi, vi sono tutti percorsi invernali gestiti e segnati tramite palinatura. Quelli gialli e quelli verdi sono per le ciaspole, mentre quelle arancioni e quelli blu per lo scialpinismo. Poi Vi sono anche i percorsi verdi, ideali invece per le passeggiate e fat bike. Questi percorsi sono costantemente monitorati ognuno e vengono battuti a ogni nevicata. Nel Paese in più, vi sono tantissime realtà e strutture che permettono di raggiungere facilmente zona sciistica che si preferisce.

 

Ti potrebbe interessare anche Dolomiti Superski, leggi qui

 

 

La Thuile, la località sciistica

In Valle D’Aosta, completamente immersa nella natura più selvaggia e incontaminata, vi è la località sciistica La Thuile. Parliamo di uno dei più bei comprensori sciistici della Valle d’Aosta e di tutta Italia. Ha un collegamento con sci e piedi con la stazione francese La Rosiére e fa parte dell’Espace San Bernardo. Infatti, con un unico skipass praticamente si può usufruire di 160 km di piste. Questa zona è caratterizzata da impianti davvero all’avanguardia, moderni e impeccabili. Non è un caso che gli sciatori anche quelli più esperti scelgono questa zona con numerose piste adatte anche a coloro che sono amanti dell’adrenalina. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche della località sciistica La Thuile e inoltre, tutte le attività che è possibile svolgere in questa zona.

Le caratteristiche della località sciistica La Thuile

Chi si reca nella località sciistica La Thuile potrà scegliere tra 81 km di piste di media discesa. Ne sono in totale 32, mentre invece, 35 sono quelle dello sci alpino per un totale di 52 chilometri vi sono anche sempre gli scialpinisti. Poi vi sono 13 piste difficili da discesa per un totale di 27 chilometri di piste nere. I fondisti poi troveranno poi a La Thuile un campo scuola, nonché quattro anelli rispettivamente di 3, 5, 7,5 e 10 km. Vi è da dire che una delle piste forse più belle e famose di tutto il comprensorio sciistico è la pista 3 Franco Berthod. É una delle più difficili di tutta Italia. Questo in quanto ha una pendenza massima che arriva al 73%.

Gli impianti della località sciistica La Thuile

A fare la differenza in questo comprensorio sono anche gli impianti che sono assolutamente nuovi e all’avanguardia. Si trovano infatti, una telecabina da 3.000 persone allora nonché 5 sciovie. Vi sono anche 8 seggiovie quadriposto di cui ci sono due coperte. Poi, vi sono anche tre seggiovie triposto. Si trovano poi tre tapis roulant di cui uno è coperto. Rispetto ad altre località sciistiche italiane, sicuramente è uno che sotto questo aspetto ha gli impianti migliori. Vale anche la pena sottolineare come l’innevamento programmato di questa zona sia assolutamente impeccabile. Grazie infatti alla considerevole altezza del comprensorio vi è il fatto che le piste sono esposte a nord, la neve è sempre garantita. Poi vi è l’innevamento artificiale, che è molto all’avanguardia ed è garantito dal bacino artificiale di recente costruzione nella zona di Cerellaz.

Le piste più famose di La Thuile

Tra le piste più famose di La Thuile vale la pena citare quella già nominata, ovvero la pista 3 Franco Berthod che era più ripida di tutta Italia. Poi vi sono la pista Boulevard che rientra tra quelle facili in Valle D’Aosta. Inoltre, vale la pena citare la pista Maison Blanche che è una pista nera con una pendenza che di circa 200 metri. Altra pista particolare, soprattutto per la sua lunghezza che rientra tra le categorie delle piste rosse, la pista San Bernardo La Thuile è invece tra quelle meno battute è il sentiero 27 Defy. Questo in realtà, è un tracciato ideale soprattutto, per i free ride. Viene considerato come abbastanza difficile.

Come divertirsi a La Thuile

Oltre a tantissimi chilometri disponibili tra le piste da sci più disparate, divertirsi a La Thuile è più facile di quello che si può pensare. Infatti, il comprensorio offre tutte le piste più adatte alle proprie esigenze. Vale anche la pena citare la presenza delle terme. Parliamo di Pré Saint Didier che sono delle terme dalle forti emozioni che possono essere anche fruite durante una fitta nevicata. Poi ricordatevi anche di essere già dei sapori della zona come il cioccolato, ma anche numerosi formaggi di questo territorio.

 

Ti potrebbe interessare anche Dolomiti Superski, leggi qui

 

Monterosa Ski, la località sciistica

In Valle D’Aosta si trova Monterosa Ski. Parliamo di una località di tutto rispetto che in realtà, è un intero comprensorio sciistico dove ci sono varie tipologie di sport da fare sulla neve ad alta quota. Questa località si articola su tre valli ed è garantito dal fatto che in pratica, si tratta di un comprensorio sciistico con tradizioni secolari. Vi sono tantissime attività che è possibile fare tutte le stagioni e chi si reca in questa zona, di certo non si pentirà della bellezza di questo territorio di tutte le attività che è possibile fare una “vacanza a tutta neve”. Scopriamo insieme tutte le caratteristiche del comprensorio Monterosa ski e come imparare a scoprire il tutto il divertimento che racchiude.

Le caratteristiche del comprensorio Monterosa Ski

Il comprensorio Monterosa Ski è caratterizzato da 180 km di piste innevate. Tutte queste piste si vanno a snodare intorno al massiccio del Monte Rosa ed è per questo che si chiama in questo modo. Vi sono tre valli poi in particolare. Si può attraversare infatti, tutta l’area con gli sci ai piedi partendo da Champoluc e Frachey. Parliamo di due località della Valle d’Ayas. Poi si può anche partire da Alagna in Valsesia oppure da Gressoney La Trinité nella Valle di Gressoney. Chi invece ha mantenuto una dimensione un po’ più raccolta per fare proprio sport invernali. È possibile anche scegliere il comprensorio Brusson oppure quello Antagnod – Gressoney Saint Jean. Queste stazioni sono raggiungibili facilmente mediante una comoda navetta. Sono sicuramente un po’ più piccole, ma comunque caratterizzate da numerose attività. In generale, in tutto il comprensorio del Monterosa Ski troviamo 43 impianti di risalita. Vi sono tre funivie, 15 seggiovie, 4 skilift, 5 cabinovie, una funicolare e 9 tapis roulant. Si parte da un’altitudine di 3275 metri di altezza fino ad arrivare ai 1212 metri sul livello del mare che è la parte più bassa.

Le piste del Monterosa Ski

Ogni comprensorio del Monterosa Ski area è caratterizzata da numerose piste tutte belle e da scoprire. Nello specifico troviamo delle piste nere difficili da discesa per un totale di circa 18 km. Invece, per quanto riguarda le piste rosse ovvero quelle da discesa che sono adatte anche a coloro che hanno una competenza intermedia relativamente all’uso degli sci. Vi sono circa 117 km di piste. In totale, parliamo di 41 piste rosse. Invece, per gli sciatori principianti vi sono 45 km di piste disponibili. Sono ben 19 piste facili da discesa, tutte da scoprire. Ma non finisce qui, infatti oltre alle piste è anche possibile fare tantissime altre attività sulla neve. Il comprensorio regala delle emozioni uniche. C’è da dire che tra le emozioni più diffuse vi sono quelle nello snowpark. L’intera area è infatti, attrezzata con 9 tapis roulant perfettamente funzionanti. In più, anche gli altri servizi sono particolari e ben funzionanti. Basti pensare ai tanti punti ristoro, alle attività che si possono svolgere come delle lunghe ciaspolate o anche semplicemente delle ampie terrazze soleggiate che sono ideali per coloro che vogliono conseguire l’obiettivo “tintarella”.

Divertirsi presso il Monterosa Ski

Chi si reca al Monterosa Ski sicuramente non potrà non divertirsi. Questo perché tale zona è anche ricca di bellezze da vedere nel comprensorio, come ad esempio la visita al Forte di Bard che si trova in Val d’Ayas. Altrimenti, potete fare una visita al Piccolo borgo di Antagnod, sempre in val d’Ayas. Inoltre, anche i free rider troveranno in questa zona pane per i loro denti. Le aree da vivere sono numerose e c’è da divertirsi. Vi sono anche i percorsi dedicati agli sci alpinisti, dei paesaggi e le baite che rendono questa località unica e suggestiva.

 

Ti potrebbe interessare anche Dolomiti Superski, leggi qui

Cortina d’Ampezzo, la località sciistica

Famosa per la sua mondanità e per la bellezza delle sue piste, Cortina d’Ampezzo rappresenta sicuramente una delle zone più famose d’Italia in cui recarsi per una vacanza “a tutta neve”. Si trova in Veneto, in provincia di Belluno. È una località sciistica molto prestigiosa. Innanzitutto, diventata famosa grazie alle gare di Coppa del Mondo che si svolgono ogni anno sulla pista Olimpya delle Tofane. Inoltre, si trova su una soleggiata e ridente Valle d’Ampezzo con le Dolomiti che fanno da sfondo. Offre delle piste davvero bellissime e in particolare, è caratterizzato da tre comprensori. Parliamo cioè, del comprensorio Faloria Cristallo, Lagazuoi 5 torri e del comprensorio Tofane. Bellissime anche le piste che si trovano in questa zona e gli impianti di ultima generazione. Scopriamo insieme quali sono le bellezze di coordinamento e perché è una delle mete preferite in tutta Italia per delle vacanze “a tutta neve”.

Le caratteristiche della località sciistica di Cortina d’Ampezzo

Cortina d’Ampezzo, come già accennato, è una delle località più prestigiose di tutta Italia. Vi sono 30 impianti a Cortina. In particolare, vi sono quattro funivie, 25 seggiovie, 5 skilift e 4 cabinovie su tutti i comprensori della zona. Chi ama lo scialpinismo, può anche effettuare in questa zona diverse attività in tal senso. Infatti, nell’area Lagazuoi 5 Torri si possono fare tante gite scialpinistiche. È assolutamente consigliabile anche vedere la località Socrepes. Questo parco si divide in due zone: Easy Line per i principianti, mentre invece, per gli sciatori più esperti vi è il Media Line. In genere, una delle attività migliori per coloro che amano lo sci e si recano a Cortina d’Ampezzo è il fondo. Nel parco naturale Dolomiti d’Ampezzo si trovano circa 7 km di anelli, due anche con illuminazione notturna. Poi, la presenza dell’innevamento programmato che è una garanzia per tutti i 70 km di piste. È possibile accedere grazie anche alle Dolomiti nordic sci che vi permetterà di sciare su almeno 1300 chilometri di pista in 12 differenti località. Parliamo di una possibilità che forse è una delle più grandi per coloro che amano la sci di fondo e vogliono praticarlo.

Altre attività a Cortina d’Ampezzo

A Cortina d’Ampezzo vi sono tantissime altre attività che vale la pena valutare e provare, come ad esempio, lo snow kite. Tra il Lago di Misurina, Passo Giau e Martisa, è possibile svolgere questa attività. Infatti, è un’esclusiva per chi ama questa attività che consiste nel farsi trainare su superfici innevate. Inoltre, chi si reca a Cortina d’Ampezzo potrà anche divertirsi ed escursioni notturne. Vi sono ad esempio quelle con la scivolata a Valle che è possibile fare anche con lo slittino. Vale anche la pena vedere il bacino artificiale di Podrusciè. In pratica, è il più grande lago di Cortina con i suoi 96.000 metri cubi d’acqua e una profondità che arriva a 10,5 metri. Questa riserva d’acqua è molto importante soprattutto per garantire l’innevamento artificiale delle piste. È diventata un’attrazione di fondamentale importanza in tutta la zona.

Le piste di Cortina d’Ampezzo

A Cortina d’Ampezzo vi sono diverse tipologie di piste tra cui è possibile scegliere. Innanzitutto, vale la pena citare la pista nera Forcella Rossa, nonché quella Vertigine e la pista Staunies. Un’altra pista assolutamente da non perdere, ma adatto soprattutto agli sciatori più esperti è il canale Staunies. Tra le piste rosse invece, vale la pena citare Olimpya, dove si tengono le gare di Coppa del Mondo e l’Armentarola. Tra le piste blu, invece una delle più belle e panoramiche è sicuramente la Toffanin. È adatta anche per gli sciatori principianti. In generale, parliamo di 40 km di piste di media discesa 70 km di piste per principianti e circa 10 km di piste difficili da discesa che rientrano nella categoria delle nere.

 

Ti potrebbe interessare anche Dolomiti Superski, leggi qui