Quantcast

Pista 3 Tre Madonna di Campiglio: pendenza e caratteristiche

La località sciistica di Madonna del Campiglio rappresenta da sempre una bella scelta per gli amanti dello sci in tutta Italia. Questa località storica che si trova in Trentino Alto Adige, è elegante, alla moda e inoltre, si trova in una conca bellissima un tra i ghiacciai dell’Adamello e della Presanella del gruppo delle Dolomiti. Qui si trovano tantissimi comprensori sciistici nella cosiddetta ski area di Madonna del Campiglio. Parliamo di 150 km di piste, di 70.000 metri quadrati di snowpark ma anche 40 km per lo sci nordico. Vi è anche la possibilità di andare direttamente, sci ai piedi, vero Pinzolo e Folgarida Marilleva. Il collegamento è assicurato. Madonna del Campiglio inoltre, si trova a ridosso del Parco Naturale Adamello Brenta. Insomma, tra laghi e una natura rigogliosa, questa zona di certo è una delle più belle per chi ama la montagna e lo spazio aperto. Tra le piste più particolari di Madonna del Campiglio vi è la pista 3 Tre, con una pendenza interessante. Scopriamo insieme quali sono le sue caratteristiche.

La pista 3 Tre di Madonna del Campiglio

Volete sapere qual è la pendenza della ? Volete conoscere tutte le sue caratteristiche? Ebbene, questa pista nel passato è stata teatro di 13 finali di Coppa del Mondo slalom, discesa e gigante. Per questo si chiama 3 Tre. È stato l’unico caso in cui su una stessa pista si disputavano contemporaneamente tutte e tre le discipline. Ecco per quale motivo quindi, viene chiamata in questo modo. Questa pista è caratterizzata da un dislivello di 455 metri, con una quota di partenza di 2.000 metri e una di arrivo di 1.550 metri sul livello del mare. È lunga 2660 metri. Inoltre, ha una pendenza massima del 60% e una media del 27%. Si raggiunge facilmente grazie alla seggiovia a 2 posti Miramonti. Nella numerazione dei tracciati di Madonna del Campiglio questa pista è tracciata con il numero 2 e questa è una particolarità, considerato poi il suo vero nome. Nel 1950 quando si sono disputate le tre prove su questa pista è iniziata anche la sua fama che si è ben presto sparsa sul tutto il territorio nazionale. In ogni caso, una delle cose più belle è che questa pista ha dei frequenti curvoni, molto divertenti e particolari. Ha un percorso che comunque, in linea generale, è abbastanza tortuoso.

 

Lo scenario sulla pista 3 Tre di Madonna del Campiglio

Tra le particolarità della pista 3 Tre di Madonna di Campiglio non vi è solo la pendenza, ma anche il fatto che intorno si snoda un panorama molto particolare e tutto da scoprire. Nello specifico, guardandosi intorno, ci si trova di fronte alla catena del Brenta. Sull’altro versante si trovano: cima Margherita, cima Tosa, cima Brenta e quindi, anche il monte Spinale, la cima Pietra Grande e il sasso alto. Insomma, un posto davvero molto suggestivo anche per quello che si può vedere intorno.

La pista 3 Tre nel canalone Miramonti

Quando si parla della pista di Madonna del Campiglio non si può certamente non fare riferimento al canalone Miramonti che raggruppa questa discesa. Del resto, questa zona è una leggenda dello sci. Nel 1967 ha ospitato la prima gara di Coppa del Mondo fatta in Italia e questa pista che racchiude appunto la 3 Tre, che è sicuramente una delle più belle di sempre. La parte che riguarda la discesa del canalone Miramonti ha una pendenza massima del 60% e una pista di colore nero. Insomma, è aperta solo a coloro che sono davvero degli esperti. Ma, nessun problema: a Madonna del Campiglio vi sono anche altre alternative di media difficoltà!

 

Pista nera di Madonna di Campiglio, cosa c’è da sapere

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.